A chi ci rivolgiamo

Interface vuole raggiungere un pubblico composto da studiosi di movimenti sociali, ricercatori-attivisti che uniscono il lavoro accademico all’attivismo e “intellettuali organici” situati all’interno dei movimenti sociali. Interface, inoltre, si propone di raggiungere gli attivisti che hanno ruoli organizzativi o “tecnici” all’interno dei loro movimenti, così come altri tipi di partecipanti alle mobilitazioni. Speriamo anche di raggiungere un più ampio pubblico generalista che, pur non essendo direttamente coinvolto nei movimenti sociali, è interessato a conoscere le loro dinamiche interne.

Trattandosi di una rivista open-access e multilingue, puntiamo a raggiungere quei movimenti sociali e quei militanti che normalmente non hanno accesso facile alle ricerche pubblicate sulle attività di movimento, a causa di barriere linguistiche, vincoli materiali, isolamento geografico o per il semplice fatto che essi non condividono il linguaggio accademico che è normalmente utilizzato nelle ricerche mainstream sui movimenti sociali.

Non abbiamo lo scopo di produrre teoria “pura” su movimenti sociali e attivismo in generale, né vogliamo produrre resoconti meramente descrittivi di proteste, politiche preventive, reti di attivisti, educazione critica o il coinvolgimento in politiche partecipative. In accordo con il paradigma della “teoria centrata sul movimento” proposta da autori come Bevilacqua & Dixon (2005), vogliamo invece produrre e diffondere i risultati di teorizzazioni basate sulla prassi che riguardano i fattori che influenzano le dinamiche organizzative, le strategie e i risultati delle pratiche dei movimenti sociali.

Presentandosi come un ponte tra mondo accademico e attivista, Interface si propone di raggiungere un pubblico più vasto di quello normalmente  a cui si rivolgono le riviste mainstream sui movimenti sociali.

Visto che vogliamo incoraggiare l’attiva partecipazione di una grande varietà di persone e organizzazioni possibile, speriamo che i lettori che considerano Interface una rivista utile diventeranno anche collaboratori attivi e pronti a condividere le proprie conoscenze con noi e tra di loro.

Unisciti a noi!

Siamo alla ricerca di ricercatori  e/o attivisti, sia in contesti di movimento e/o accademici, che siano impegnati nello sviluppo di conoscenze su e per i movimenti sociali e che sono interessati a lavorare con noi per sviluppare questo progetto.

Siamo anche alla ricerca di teorici, attivisti e accademici che pur non essendo interessati ad essere coinvolti a pieno titolo nella rivista, sarebbe comunque disposti a partecipare al comitato editoriale, fare referaggio degli articoli, dare suggerimenti per sviluppare ulteriormente la rivista…

Stiamo lavorando per costruire legami con eventuali gruppi regionali al di là di quelli già esistenti, per reclutare altri partecipanti ai gruppi regionali editoriali esistenti e per ottenere nuovi finanziamenti per le traduzioni e il supporto tecnico. Tutte le proposte e offerte di aiuto in questo senso sono molto gradite.

Contattaci

Se sei interessato a questo progetto e vorresti partecipare puoi contattare uno degli editor di riferimento per la tua area regionale, inviandogli una breve introduzione di te e dei tuoi interessi.

This post is also available in: Inglese

Comments are closed.